Black Mirror - can you rate me? - Play The Business

Black Mirror – can you rate me?

Abbiamo parlato del capolavoro HBO Westworld e quell’influenza videoludica che lo pervade.

Ci siamo interrogati su come la gamification possa diventare strumento di controllo subliminale con Sesame Credit.

Qui, i riflettori guardano a un crocevia tra questi due spunti. Black Mirror, terza stagione, episodio 1.

La serie in sé non ha davvero bisogno di presentazioni. Gonfia di riconoscimenti e acclamata da schiere di fan entusiasti, la sua capacità di prevedere come la tecnologia impatterà il nostro futuro prossimo sta facendo scuola (speriamo).

Presentando per ogni puntata uno spaccato a sé in cui l’umanità ha a che fare con un’innovazione che ne caratterizza l’inquieto vivere, pone in essere riflessioni trasversali su tematiche non solo non banali, ma anche sul punto di insinuarsi nella nostra quotidianità.

Non quando colonizzeremo altri pianeti e avremo 3 occhi, ma the day after tomorrow.

Ed ecco che la gamification funziona da overture all’ultima stagione, con l’episodio “In Caduta Libera”. Onde evitare spoiler, ci limitiamo a dire che la protagonista, tal Lacie Pound, è inquadrata mentre tenta la scalata sociale in una realtà praticamente simile alla nostra.

La sola differenza (per ora?) è che è retta da un valore, uno score, che riporta il prestigio/popolarità di ognuno. Feedback, recensioni, stelle, network incidono nell’aumentarlo come nell’abbassarlo, e con esiti terribilmente reali. Poter accedere a terapie per il cancro, agevolazioni economiche, partner e inviti frivoli, e così via.

Ed ecco che si diviene burattini ossessionati dagli altri, o meglio dal riconoscimento di questi per un ego gamificato/quantificato in caduta, appunto, libera.

Anche perché ciò che impatta il terreno è, probabilmente, già morto.

Motivatori estrinseci che portano via dall’esperienza, anzi la indeboliscono, la rendono un surrogato. La spinta strumentale del punteggio lambisce tutto il resto in una graduale erosione che già i social media possono suggerire, se adoperati in maniera incolta.

Black Mirror ci ha parlato, in sintesi, di cattiva gamification applicata nel modo più pericoloso possibile.

Mettendoci in guardia, perché un medium è ed è sempre neutro.

Ora, da bravi,  date un bel like su Facebook o Linkedin a questo articolo.

O forse no. Forse commentate, oltre un freddo numero.

Oltre quel domani.

0 Comments

Leave a reply

CONTACT US

Send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©2017 PLAY the BUSINESS Hub di Aziende nel settore della Gamification e dell' Innovation nel Business. Sito a cura di logo2x-white

error: Content is protected !!
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account