Ogni dipendente, dagli assistenti amministrativi ai CFO, una volta erano bambini. I bambini amano giocare. in assenza del fattore “divertimento”, i bambini difficilmente svolgeranno un compito. Ecco perché molte delle pratiche produttive e di apprendimento più innovative oggi sono rivolte ai giovani. Rendere divertente l’apprendimento, dare ai migliori produttori un incentivo supplementare e creare una sfida per i produttori meno  performanti sono tutte delle “pratiche” per risvegliare il “fanciullino” dentro ognuno di noi.

Molti “corpi adulti” che occupano sedie da lavoro durante il giorno, sognano di andare a casa la notte per giocare a videogiochi. Questo è uno dei principali fattori di “gamification”, l’introduzione di nuovi strumenti di formazione e di produttività coinvolgenti per la forza lavoro di oggi.

 

Guardare una scatola di cuccioli che giocano chiarifica il concetto di gioco stesso. Sin dall’inizio della loro esistenza i cuccioli imparano le abilità sociali, di sicurezza e di sopravvivenza che sfrutteranno e utilizzeranno  per il resto della loro vita attraverso la simulazione e il gioco sociale.

 

Le stesse regole diventano essenziali all’interno dell’attuale incertezza economica di oggi. Restare in un posto per tutta la tua carriera è una chimera legata al passato. In media un 30enne ha già tenuto fino a otto lavori.

Questa incertezza circolare non è solo “costosa” per quel 30enne, ma anche per i datori di lavoro. È costoso reclutare, assumere e addestrare un dipendente.

Il gioco può ridurre il problema della “porta rotante” impegnando nuovi dipendenti sin dal primo giorno. Anche i lavori più noiosi (data entry per esempio) possono essere “spiced up” con la gamification.

 

Dati, dati e più dati

Allora, dove entrano i Big Data in tutto questo? Oggi le aziende hanno accesso a più dati di prima (da qui il soprannome “Big data”). Ma queste masse su masse di dati grezzi sono relativamente inutili fino a quando qualcuno non si siede con l’obiettivo di darne un senso o una lettura.

 

Le aziende come Amazon, Netflix e le varie entità dei social media sanno che le grandi imprese si stanno avvicinando solo adesso al concetto dei DATI: questo significa che i Big Data non sono solo efficaci per attrarre e trattenere i clienti, ma anche indispensabili per motivare e trattenere i dipendenti.

 

Quando un’azienda comincerà seriamente ad interessarsi alla propria analisi interna, si renderà conto che il tempo utile per far emergere le tendenze delle proprie “risorse interne” e veramente brevissimo. Questa pratica virtuosa potrebbe essere considerata l’intersezione della “cultura aziendale” con “BigData”. Il punto in cui questi due “fattori si incontrano, darà inizio ad un possibile gambling aziendale.

 

La gambling aziendale, più comunemente chiamata “gambling del posto di lavoro”, può assumere la forma di un  videogioco a disposizione sul posto di lavoro. I dipendenti non devono entrare su Facebook all’ora di pranzo per un giro sul “FarmVille” di turno –  ma potranno giocare e guadagnare punti, perks e premi direttamente dalla loro scrivania.

 

Il lavoro diventa più divertente, più gratificante e più potenzialmente redditizio per ogni dipendente e quindi la produttività aumenta naturalmente. I vicini dell’ufficio diventano compagni. Le squadre di lavoro diventano squadre di gioco. La concorrenza amichevole mantiene l’attenzione concentrata e il “boost” continuo sulla motivazione .

 

Gamification, grandi dati e incentivi

Al centro del luogo in cui si incontrano il gaming e i BigData c’è il fattore “impegno”. Incentivazione, motivazione, guida, eccitazione – tutti descrivono l‘impegno richiesto per la differenziazione del mercato.

 

I dipendenti impegnati sono in grado di affrontare e mantenere i clienti. I dipendenti impegnati hanno meno probabilità di “job hop” e hanno maggiori probabilità di lavorare duro e portare il proprio lavoro al successo.

 

I dirigenti impegnati possono comunicare e modellare una cultura di impegno in tutta la loro organizzazione con dipendenti, fornitori, partner, clienti e allargare la community.

 

 

 

Con un’offerta di idee creative e sempre crescente e la tecnologia per farli vivere, sembra chiaro che la gamificazione sul posto di lavoro ha solo graffiato la superficie del suo potenziale per impegnare, ispirare e guidare il successo aziendale.

 

0 Comments

Leave a reply

CONTACT US

Send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©2018 PLAY the BUSINESS Hub di Aziende nel settore della Gamification e dell' Innovation nel Business. Sito a cura di logo2x-white

error: Content is protected !!
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account